Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Assicurazione della Qualità della Ricerca  

Il sistema di Assicurazione della Qualità della Ricerca monitora lo svolgimento delle attività di ricerca a livello dipartimentale, definendo gli obiettivi da perseguire, monitorando la produzione scientifica dei docenti e verificando l'effettivo raggiungimento dei risultati pianificati. Il Dipartimento, coerentemente con il Piano Strategico Triennale e sotto la supervisione del referente AQ Prof.ssa Laura Castelli, si propone di valorizzare la qualità, la differenziazione e la numerosità dei contributi alla ricerca, implementando il processo di internazionalizzazione che pervade tutti i settori del diritto.

Il Piano di Sostegno alla Ricerca 

A scadenze prefissate l’Ateneo mette a disposizione dei Dipartimenti fondi da utilizzare come sostegno alla ricerca.

La Segreteria amministrativa del Dipartimento, sulla base dei fondi stanziati e raccolte tramite form specifici le esigenze segnalate dai docenti, elabora un piano di investimento relativo alle azioni ricomprese nella Linea2 (Azione A: fondi di ricerca da assegnare a ricercatori e professori attivi nella ricerca che presentino un progetto; Azione B: organizzazione di convegni a carattere scientifico; Azione C: pubblicazioni di collane tematiche e di riviste scientifiche) da sottoporre in seguito all’approvazione del Consiglio di Dipartimento, che delibera nel merito.

Una volta acquisito il parere positivo del Consiglio e sviluppati i progetti presentati, la Segreteria amministrativa del Dipartimento procede con la rendicontazione delle spese sostenute, che dovrà infine essere inviata alla Divisione Servizi per la Ricerca entro 60 giorni dalla scadenza del finanziamento.

In calce alla pagina sono disponibili i documenti di sintesi che presentano la progettazione relativa ai PSR del Dipartimento.

L'archivio Istituzionale della Ricerca

Per consultare i contributi dei docenti dei vari dipartimenti è stato creato l'AIR-Archivio Istituzionale della Ricerca, che costituisce di fatto l'Anagrafe della Ricerca dell'Ateneo. La piattaforma rappresenta uno strumento essenziale per comprendere appieno l'evoluzione delle linee di ricerca in cui si è sviluppata l'attività del Dipartimento, che ha come obiettivo l'aumento del numero, la diversificazione e la qualità delle pubblicazioni.

E' a disposizione, in calce alla pagina, un foglio xls (MONITORAGGIO PUBBLICAZIONI - DPSD) contenente i dati relativi al quinquennio 2015-20, che illustra in maniera esaustiva le pubblicazioni dei docenti del Dipartimento. Il set di dati, pensato come uno strumento annuale di monitoraggio delle pubblicazioni dei docenti, è stato organizzato in maniera tale da completare la panoramica delle pubblicazioni con una suddivisione dei contributi per macrotipologia, per docente e per anno di pubblicazione.

Come si evince dalla consultazione delle tabelle pivot proposte, nel quinquennio oggetto della rilevazione, gran parte delle pubblicazioni dei docenti del Dipartimento (più dell'80% dei contributi totali) è consistita in contributi contenuti in volumi e articoli su periodici. La media dei contributi calcolata su singolo anno si attesta invece attorno alle 100 unità.

La scheda Unica Annuale della Ricerca

E' consultabile sul sito di Universitaly la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale SUA-RD finalizzata alla misurazione della qualità e dell'efficacia delle attività di ricerca svolte dalle università e inerente, nello specifico, al Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto. La suddetta scheda di rilevazione, ora sostituita dal Piano Triennale Dipartimentale, riporta i risultati relativi al periodo 2011-2014.

Link correlati  

Documenti correlati  

Torna ad inizio pagina