Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Diritto sportivo e giustizia sportiva "Lucio Colantuoni"  

CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SPORTIVO E GIUSTIZIA SPORTIVA "LUCIO COLANTUONI"

Obiettivi formativi

Il corso è inteso a fornire adeguata formazione giuridica, specializzante e professionalizzante, sia teorica che pratica, ad operatori nell’ambito sportivo.

A tal fine l’attività didattica è equamente ripartita tra lezioni frontali di stampo e livello accademico, esposizioni frontali di impronta più prettamente pratica e testimonianze di operatori, il tutto da parte di soggetti di elevato standing e comprovata esperienza in ciascun settore specifico.

Caratterizzante è poi la previsione di nr. 4 workshops aventi ad oggetto la simulazione di procedure avanti ad organi di giustizia sportiva (commissione disciplinare e collegio arbitrale) nonché la negoziazione e stesura di testi contrattuali, con la presenza anche in tali occasioni di soggetti ivi specificamente operanti, nonché tavole rotonde di apertura e di chiusura, il cui panel è composto da personalità apicali nei settori occupazionali di riferimento, per illustrare e chiarire i successivi sbocchi nei vari settori.

Il corso si presenta al momento come un unicum nel panorama formativo accademico ed ambisce anche a costituire base di partenza per ulteriori eventuali approfondimenti, nel medesimo settore, in Corsi Master di I e II Livello, specie manageriali, esistenti o istituendi.

Settori occupazionali di riferimento

  • professioni, specie legali, con specifica attinenza all’ambito sportivo (avvocati,  praticanti, commercialisti, liberi professionisti o consulenti in genere specializzandi in consulenza, assistenza e rappresentanza di clienti in tale ambito; magistrati ordinari e di giurisdizioni speciali aventi a che fare con casistica sportiva)
  • operatori giuridici e manager in ambito sportivo (sodalizi ed enti di gestione)
  • dirigenti e Funzionari di enti istituzionali in ambito sportivo (CONI, Federazioni, Leghe)
  • dirigenti e Funzionari di enti pubblici con competenze giuridico-sportive (uff. sport/uff. impianti sport. Reg-Prov-Com)
  • membri di organi di giustizia sportiva (disciplinari, arbitrali e conciliativi)
  • agenti e procuratori sportivi

Specificamente, quanto alle ultime tre categorie, si evidenzia che:

  • gli enti pubblici stanno sempre più reclutando personale qualificato soprattutto per la gestione dell’impiantistica sportiva o da destinare ad enti gestori di natura mista pubb-priv a ciò demandati;
  • per la nomina a membro degli organi di giustizia sportiva sarà probabilmente richiesto in un futuro ormai molto prossimo un adeguato curriculum formativo, specie giuridico,  certificabile;
  • sono in previsione elenchi vincolanti per agenti-procuratori in progressiva espansione dal mero settore calcistico agli altri sport emergenti, con probabile accesso privilegiato per soggetti con adeguata formazione, specie giuridica, certificabile.

Link correlati  

Torna ad inizio pagina