Logo Università degli Studi di Milano



 
 

ARTE E DIRITTO  

Obiettivi formativi

L’arte svolge oggi un ruolo economico e sociale di rilievo sempre maggiore e ciò comporta la necessità che gli operatori del settore e i giuristi acquisiscano una completa conoscenza delle questioni giuridiche in campo artistico e della normativa che le disciplina.

Il forte incremento in termini qualitativi e quantitativi del mercato dell’arte ha determinato in questi anni un’attenzione più articolata verso le opere d’arte intese nel loro “duplice valore” di beni artistici e asset class di investimento alternativo. Il corso mira a fornire gli strumenti per rendere effettivo il dialogo tra arte e diritto, affrontando gli aspetti giuridici più rilevanti in campo artistico, rivolgendosi pertanto non solo ai laureati in giurisprudenza, ma anche a quelli provenienti da altri corsi di laurea di carattere umanistico ed economico.

Ogni lezione frontale sarà organizzata, per quanto possibile, mediante la partecipazione nella stessa giornata di un giurista e di un esperto del settore dell’arte, per offrire uno strumento privilegiato d’incontro, confronto e valorizzazione di una passione in un contesto professionale.

Settori occupazionali di riferimento

Il progetto nasce nella prospettiva di promuovere l’arte al di fuori dei circuiti tradizionali attraverso la fusione di sapere artistico e giuridico, con l’intento altresì di soddisfare le necessità formative professionali in un settore che nel nostro Paese riveste un ruolo di primaria importanza.

Gli sbocchi occupazionali di riferimento risultano essere molteplici:

  1. studi legali e notarili
  2. operatori del settore culturale (case d’asta, gallerie, musei, archivi, fondazioni)
  3. aziende di servizi (family offices, wealth managers, private bankers, compagnie di assicurazione)

Link correlati  

Torna ad inizio pagina